DISTURBI DI PERSONALITA'

Ogni persona presenta tratti e caratteristiche stabili della personalità che si mantengono in varie situazioni.

Si può parlare di Disturbo di Personalità quando si presentano pensieri e comportamenti disadattivi che si manifestano in modo pervasivo (non limitato a uno o pochi contesti), inflessibile e apparentemente permanente, coinvolgendo la sfera cognitiva, affettiva, interpersonale... della personalità dell'individuo colpito, causando disagio clinicamente significativo.

Secondo il DSM-5 (APA, 2013) queste caratteristiche combinate possono dare origine a 10 disturbi di personalità organizzati in 3 cluster (insiemi).

Cluster A - Condotte di comportamento bizzarre o eccentriche:

- Disturbo Paranoide di Personalità

- Disturbo Schizoide di Personalità

- Disturbo Schizotipico di Personalità

Questi disturbi presentano disagio in ambienti sociali, ritiro sociale e pensieri distorti.

Cluster B - Condotte di comportamento drammatiche, emotive o disregolate:

- Disturbo Borderline di Personalità

- Disturbo Narcisistico di Personalità

- Disturbo Istrionico di Personalità

- Disturbo Antisociale di Personalità

Questi disturbi presentano difficoltà nel controllo degli impulsi, nella regolazione emotiva e nella percezione di sè.

Cluster C - Condotte di comportamento ansioso o inibito:

- Disturbo Evitante di Personalità

- Disturbo Dipendente di Personalità

- Disturbo Ossessivo-Compulsivo di Personalità

Questi disturbi presentano alti livelli di ansia, inibizione sociale, sentimenti d’inadeguatezza e un’ipersensibilità alle valutazioni negative.

La Terapia Metacognitiva Interpersonale (TMI), che fa parte delle terapie di matrice cognitivo-comportamentale di ultima generazione, mira a migliorare la metacognizione, cioè la capacità di comprendere i pensieri, le emozioni, le cause psicologiche dei propri comportamenti disfunzionali.

Attraverso una formulazione condivisa del funzionamento psicologico terapeuta e paziente ricostruiscono gli schemi interpersonali (cioè il modo in cui il paziente sente, pensa e si comporta all'interno delle relazioni) maladattivi, con l'obiettivo di comprendere come la sofferenza che il paziente prova sia generata principalmente da tali schemi.

Una volta ricostruito lo schema e valutati i motivi psicologici che hanno portato alla sua strutturazione, la Terapia Metacognitiva Interpersonale (TMI) punta alla promozione del cambiamento, adottando punti di vista e comportamenti alternativi e rinforzando le parti sane di sè.

 

Per maggiori informazioni:

  • Facebook Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

Modena

Via Fabriani 77,41121

Crevalcore

Via Roma, 62, 40014

La Coruña

Avenida de Oza 37, 15006

CELL: +39 347 99 29 164

EMAIL: m.palumbo.psi@gmail.com

CF: PLMMRC86D24B819J

P.IVA: 03607720368

N° ALBO Psicologi Emilia-Romagna: 7717-A

© 2016 by MARCO PALUMBO